Una collaborazione prende piede…

blumenstrauss 2

Era il 2008, un pomeriggio a novembre squilla il cellulare e dall’altra parte della cornetta si presenta una voce maschile con un accento zurighese. “Sono il signor Rinaldo Dieziger di Supertext, un’agenzia di texturing a Zurigo. Abbiamo trovato il suo profilo su Proz e vorremmo proporle una collaborazione …”. Wow, il profilo pubblicato su Proz sembra interessare a questa grande agenzia, ero emozionata e il mio cuore fece un salto di gioia.
Ero appena all’inizio, avevo avviato la mia attività solo pochi mesi prima e …  ogni nuova richiesta di collaborazione significava un passo avanti verso la mia affermazione professionale.
La proposta mi piacque e con il signor Dieziger, il quale fu molto gentile, stipulai gli accordi per la collaborazione.
E fu così che con estrema puntualità, arrivò il mio primo incarico. Mi dovevo dare da fare, dovevo dimostrare le mie capacità a dare conferma della loro scelta.
Ricordo ancora che circa trenta minuti prima dell’orario fissato per la consegna Rinaldo mi contattò su Skype per rammentarmi che il tempo stava per scadere – forse temeva che potessi consegnare in ritardo…;))
Consegnai per tempo, il testo piacque e cominciai a nutrire grandi speranze. Da quel giorno infatti la collaborazione con i tre ragazzi di Supertext non si è più fermata.
E mentre Supertext continuava a cresce come azienda anche il mio percorso come libera professionista non si arrestava. Nel febbraio di quest’anno e precisamente giorno 9, la Supertext organizzò un evento dedicato a tutti i collaboratori esterni. Andai volentieri a quell’incontro era un’ottima occasione per conoscersi personalmente, incontrare nuovi colleghi, condividere esperienze e per trascorrere una serata diversa dal solito.
Oggi da dietro una scrivania sono a raccontarvi questa storia, la cosa che ha dell’incredibile e  che la scrivania, la sedia dove sono attualmente seduta, questo ufficio, si trovano in Hardturmstrasse 253, sede della Supertext.

Quel 9 febbraio…

La serata era piacevole e l’ambiente allegro, giovane e dinamico. Stavo dialogando con uno dei fondatori della Supertext che mi diceva che l’azienda era alla ricerca di un language manager d’italiano, e a proposito dell’ampliamento dell’azienda mi è stato chiesto “ti andrebbe di farlo?” Probabilmente era solo una battuta, ma più mi muovevo in questo ufficio e più l’idea di farne realmente parte mi piaceva e così a fine serata abbiamo deciso di riparlarne. E dopo una lunga e faticosa selezione eccomi qui piena di entusiasmo, seduta in questo ufficio che conoscevo solo dall’esterno, gestito da tre simpatici e creativi capi (un TANTINO più alti di me) e dai loro gentilissimi e simpatici collaboratori. Al mio arrivo mi hanno accolta tutti a braccia aperte, sulla mia scrivania mi aspettava un favoloso e profumato bouquet di fiori e per festeggiare siamo stati anche invitati a pranzo. Non potevo iniziare in modo migliore. Dopo soli tre giorni, grazie alla grande pazienza della fantastica Nina e all’aiuto di tutto il gruppo riesco già a districarmi nel complesso sistema e muovermi autonomamente.
Sono felice di fare parte della famiglia Supertext, grazie a tutti voi!



Articoli correlati


3 Kommentare zu “Una collaborazione prende piede…”



  • Yvonne Speck am 15. maggio 2012 10:57 Uhr

    Molto bella, Laura, questa tua storia con Supertext. Ti auguro molto piacere con loro e che, con il tempo, non ti senti piú cosí piccola al fianco di loro (so bene di cosa parli…!:).


  • Laura am 15. maggio 2012 15:59 Uhr

    Grazie Yvonne… o mi abituo oppure oriento la scarpiera ai tacchi 18! :))


  • Yvonne Speck am 15. maggio 2012 16:55 Uhr

    :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *