Bilingui con una marcia in più

bicchieri_frullato

Siete alla guida, vi chiamano al cellulare e voi, ovviamente, sbagliate strada oppure non vi fermate in tempo a uno stop? Allora forse non siete bilingui.

Attenzione e bilinguismo: esiste un collegamento?

A quanto pare sì. Secondo uno studio eseguito su adulti monolingui e bilingui alla guida, che venivano disturbati da un altro stimolo, è risultato che tutti commettevano degli errori, ma i bilingui in misura minore. La ragione pare essere riconducibile a una maggiore capacità di controllo dell’attenzione. Sembrerebbe che i bilingui, dovendo sin da piccoli selezionare la lingua adatta a ogni situazione, e inibendo quindi l’altra o le altre lingue, imparino a limitare l’influsso degli stimoli di disturbo esterni. Questa capacità si chiama controllo selettivo dell’attenzione.

La logica del messaggio

Altri studi si sono occupati di analizzare il collegamento fra il bilinguismo e le capacità delle abilità cognitive non linguistiche. Si tratta in questo caso di competenze piuttosto difficili da acquisire e sviluppare. Alcuni test, tuttavia, dimostrano il sussistere di una correlazione.

Di fronte a una situazione di logica delle conversazioni, i bambini monolingui fino a un’età di sette anni circa compiono un errore molto particolare. Mostrando loro cinque bicchieri pieni su un tavolo, i bambini affermano che “alcuni bicchieri sono pieni”. I bambini bilingui, già dai quattro ai sei anni, e gli adulti, invece, affermano che “tutti i bicchieri sono pieni”. Entrambe le affermazioni sono corrette, tuttavia i bambini bilingui riescono a capire prima che dire la formulazione “alcuni bicchieri” è ambigua, dato che qualcuno potrebbe capire che solo alcuni bicchieri sono pieni e non tutti.

Si ritiene che i bambini bilingui riescano a capire prima questa differenza logica in quanto abituati a dover interpretare situazioni e conversazioni complesse. In un certo modo, avendo a quella tenera età ancora difficoltà lessicali, imparano a basarsi non solo sul messaggio in sé ma sulla logica che il messaggio trasmette, sviluppando quindi prima le capacità metalinguistiche.
Chi come me è bilingue, sa quale grande vantaggio ci è stato messo in culla. Adesso la scienza lo ha dimostrato e Supertext lo mette in pratica.



Articoli correlati


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *